Riconoscere e Combattere l'Occhio di Pavone

0,00 € Aggiungi al carrello

L’occhio di pavone è la principale malattia crittogamiche dell’olivo. Lo sviluppo di questa patologia è strettamente legato all’andamento meteorologico e dato che il periodo di incubazione della malattia è molto lungo, l’efficacia della strategia di difesa adottata si può riscontrare solo dopo alcuni mesi.

Maggiori dettagli

Dettagli

 » PRODOTTO CONSIGLIATO  

La malattia viene riconosciuta dalle macchie circolari bruno, giallastro o verdastro, di diametro che può andare da due millimetri ad un centimetro sulla parte superiore della foglia e con il passare del tempo le macchie diventano nerastre.
Sulla parte inferiore delle foglie si nota un annerimento della nervatura centrale e inoltre si ha un restringimento del  picciolo che determina l'ingiallimento delle foglia e la sua caduta.


Per la prevenzione vengono utilizzati prodotti a base di rame da eseguire prima della germinazione delle zoospore in primavera e in autunno.
Circa i prodotti da utilizzare, i rameici sono impiegati da tempo con buon successo. La buona resistenza di questi prodotti è nota; tra i rameici, gli ossicloruri sono da preferirsi alla poltiglia bordolese per la possibilità di eseguire trattamenti in miscela con insetticidi e perchè essi svolgano una duplice funzione di protezione delle foglie non ancora infette ed un'azione defogliante a carico della vegetazione infetta.

» ALTRI CONSIGLI UTILI